Sabato 21 Apr 2018
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

La 22^ giornata del campionato di serie C2 girone B del 23 marzo 2018, ha visto il C’è Chi Ciak perdere inaspettatamente contro il Selegas C5 per 5 reti a 3.

Una gara tutta storta e sfortunata come raramente è capitato di assistere. Non è un alibi, ma la dea bendata a Serramanna proprio non ci vuole venire. Il C’è Chi Ciak ha provato a raddrizzare la gara ma non ci ha creduto abbastanza. Della squadra battagliera e tenace che abbiamo conosciuto e apprezzato sino a qualche giornata fa, non vi è più traccia. Si tratta di una crisi di identità che è arrivata nel momento meno opportuno? Oppure è solo un calo fisiologico di chi ha speso tante energie per rimanere in scia di un Elmas capolista che, pur non brillando, riesce a ottenere sempre il massimo risultato?

Sta di fatto che ora le cose per i serramannesi si sono complicate un po’. La speranza di accedere direttamente alla C1 si è ridotta al lumicino. Bisogna ritrovare la forza e lo spirito giusto per affrontare i Play off nel modo e nelle condizioni migliori. Tutto è ancora possibile!

Leggiamo gli amari commenti di alcuni dirigenti:

 

Vinicio Putzolu (presidente)

“Chi ha visto la partita può confermare il numero impressionante di pali colpiti, ne ho contati almeno otto. Per non parlare dei miracoli compiuti dal portiere avversario. Abbiamo perso e quindi c’è un problema che va risolto al più presto, per presentarci ai play off concreti e vincenti come lo siamo stati per buona parte del campionato. L’Elmas è ormai irraggiungibile. Mancano tre gare per noi. Loro con il recupero contro il CUS Cagliari ne hanno una in più.”

 

Michele Scalas (allenatore)

E’ un periodo in cui gira tutto per il verso sbagliato. Non ci stiamo allenando bene e soprattutto lo stiamo facendo in pochi. Quando si arriva a questo punto del campionato e i giochi per la vittoria finale sono ancora aperti, si dovrebbe sputare l’anima per andare a prendersi il primato. Così non è stato! Dopo la brillante vittoria contro l’Elmas, che poteva essere il crocevia per staccare gli avversari, è subentrato un senso di appagamento. Abbiamo iniziato a saltare gli allenamenti, convinti che le vittorie e le belle prestazioni sarebbero arrivate comunque, come per grazia ricevuta. Purtroppo non è così e mai lo sarà. I risultati devono essere frutto del lavoro svolto in settimana. Non basta sulla carta essere giocatori di categoria superiore, bisogna andare in campo e dimostrarlo. Sono molto rammaricato perché così si rischia di buttare alle ortiche i tanti sacrifici fatti sino a ora. Serve una repentina e decisa inversione di rotta. E’ necessario prendere coscienza che di questo passo non si va da nessuna parte. Credo sia giunto il momento di riflettere sul da farsi e cercare di dare a tutto l’ambiente una sonora svegliata!”

 

Mauro Scalas (vice presidente)

“Se non ti alleni in maniera adeguata i risultati sono questi. E’ già dalla sconfitta di Carbonia che non vedo più la voglia di reagire. Questa gara contro il Selegas è stata un tiro al bersaglio ma purtroppo la palla non aveva nessuna intenzione di entrare in porta. Il portiere avversario era in giornata di grazia per non parlare poi dei numerosi pali e traverse.  Una squadra irriconoscibile-, ho visto troppi errori. Il C’è Chi Ciak che conosco non avrebbe mai perso questa gara, come mai avrebbe perso col Carbonia e il San Sperate. Ora si rischia di compromettere una intera stagione.”

 

Giuseppe Putzolu (direttore sportivo)

“Purtroppo non è un buon periodo per il C’è Chi Ciak. L’impegno non manca anche se la concentrazione non è al top. Commettiamo una marea di errori e questo non è da noi. Bisogna resettare tutto per finire dignitosamente questo campionato e affrontare la Coppa Italia col giusto spirito.”

 

 

L’addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

La 20^ giornata del campionato di serie C2 girone B del 09 marzo 2018, ha visto il C’è Chi Ciak travolgere il Villaspeciosa con 11 reti a 4.

Chi non ha assistito alla gara penserà si sia trattato di una passeggiata per i serramannesi. Beh, non è proprio così. Nella metà del primo tempo c’è stato un momento di torpore che ha interessato l’intera squadra. Dopo il buon avvio di partita e avanti di tre reti, un C’è Chi Ciak lento e distratto si è fatto raggiungere dal Villaspeciosa che ha preso coraggio nel vedere i padroni di casa in affanno. Dagli spalti un tifoso in apprensione ha urlato: Sveglia! Non so se i ragazzi in campo l’abbiano sentito ma, da quel momento la squadra ha iniziato a macinare gioco.  Con azioni corali meravigliose e giocate individuali da manuale, i ragazzi allenati da mister Michele Scalas sono saliti in cattedra, mettendo in evidenza una supremazia incontestabile. Che dire poi del nostro Bomber Corrado Simeoni, 5 reti una più bella dell’altra e sempre più capocannoniere del girone. A segno anche il capitano Andrea Zucca con una splendida doppietta, il giovane talentuoso Gai e il motore della squadra Massimo Nurchi. Da segnalare il secondo centro stagionale per Massimiliano Marongiu carismatico portiere col vizio del gol. Unica nota stonata, se proprio ne vogliamo cercare una, è stata a mio avviso, la prestazione mediocre del direttore di gara.

Anche questa volta, numeroso e caloroso il pubblico presente sugli spalti e nonostante l’ora tarda nel quale si è svolta la gara, un piccolo esercito di bimbi ha fatto sentire il proprio genuino supporto a coloro che ormai sono diventati veri e propri beniamini.

 

L’addetto stampa Cristian Sanna.                                                                               

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE B 17^ Giornata 17 febbraio 2018

CARBONIA vs ASD C'E' CHI CIAK SERRAMANNA

Dopo dodici vittorie consecutive è arrivata inaspettata la terza sconfitta della stagione. Il Carbonia batte il C'è chi Ciak per 6 reti a 1, in una partita iniziata storta e finita peggio. I serramannesi si riportano a meno quattro dall'Elmas capolista e a più due dal Cus Cagliari, terza in classifica e prossima squadra da affrontare. 

Questi i commenti del mister e di alcuni dirigenti:

Michele Scalas (allenatore): quando si perde in questo modo verrebbe facile nascondersi dietro tanti alibi. Molti inizierebbero a parlare degli assenti o delle non buone condizioni fisiche di altri, ma io non sono così. I ragazzi che hanno giocato questa gara sono gli stessi che ci hanno fatto gioire contro l'Elmas. Non gli ho osannati allora e di certo non li condannerò questa volta. Sono orgoglioso di poterli guidare sia nel bene che nel male. Ho a che fare con ragazzi intelligenti che saranno sicuramente amareggiati per questa sconfitta e sono sicuro che già da martedì verranno al campo carichi come non mai. E' stata una giornata storta, non è detto che non capiti anche a chi ci precede. Vorrei chiedere scusa alla società per questa brutta prestazione e me ne assumo la responsabilità, consapevole però che sapremmo trarne insegnamento

Vinicio Putzolu (presidente): nell'arco di una stagione e soprattutto dopo dodici vittorie consecutive un passo falso ci può stare. Lo ripeto dalla sconfitta contro l''Ussana che i conti li faremo il 5 maggio. Da martedì riprenderemo ad allenarci con la consueta intensità, perché venerdì abbiamo una partita difficilissima da affrontare al meglio delle nostre potenzialità. Ci rifaremo presto. 

Giuseppe Putzolu (direttore sportivo): sono molto amareggiato. Ho visto una squadra distratta e priva di idee. Gli avversari sono stati bravi a leggere queste nostre difficoltà e hanno ampiamente meritato di vincere. Mancano tante partite e tutto può ancora succedere, però bisogna crederci e avere la giusta mentalità in ogni gara. 

Mauro Scalas (vice presidente): una giornata no può sempre capitare, poi aggiungici malattie di stagione, infortuni e assenze per lavoro e il risultato è questo. La gara è iniziata subito male. Abbiamo fatto una serie di errori e ci siamo ritrovati in un attimo sotto di tre gol. Abbiamo cercato di reagire creando anche qualcosa di bello, ma poi ne abbiamo combinata un'altra regalando la palla agli avversari, che ci hanno castigato per la quarta volta senza fare troppa fatica. Nel secondo tempo si è provato con il portiere in movimento, con l'unico risultato che giravamo palla senza mai tirare in porta, subendo così altre due reti. Ci tengo a dire che la partita non l'ha vinta il Carbonia, ma l'abbiamo persa noi. Ci sta di essere deluso, ma so che la squadra vista in questa occasione non è la squadra che conosco io. Sono convinto che i ragazzi sapranno farsi perdonare e già da venerdì prossimo ci faranno vedere di che pasta è fatto il C'è chi Ciak. 

Grazie a Michele, Vinicio, Peppe e Mauro. 

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Campionato Regionale Calcio a 5 Serie C2 girone B 15^ Giornata.

Strepitosa vittoria del C'è chi Ciak in casa della capolista Elmas C5. Finisce 7 a 3 per i ragazzi di Serramanna. La classifica si fa tremendamente interessante. L'Elmas è ancora prima con 37 punti, il C'è Chi Ciak insegue con 36 punti e subito dopo c'è il CUS Cagliari, con 34 punti. D'ora in poi è vietato sbagliare. Facciamoci raccontare dal presidente del CCC Vinicio Putzolu come è andato questo big match:

"La gara non inizia bene per noi, un'incomprensione tra il portiere Marongiu e Vacca regala il gol a Manunza, per il momentaneo vantaggio dell'Elmas. Rischiamo anche di prendere il secondo gol, fortunatamente sventato da una grande parata di Marongiu. Il CCC si desta dal torpore e con un micidiale uno due, prima pareggia con Vacca, poi si porta in vantaggio con Nurchi. Non passa molto e arriva anche l'1 a 3 di Mascia, con una cannonata a fil di palo. Un'altra distrazione difensiva permette all'Elmas di accorciare le distanze con un gol di Pintauro. Siamo sul 2 a 3. Il CCC non si fa intimorire e con una doppietta di bomber Simeoni si va al riposo con il risultato di 2 a 5 per noi. La ripresa si apre con l'Elmas all'arrembaggio, che pressa alto concedendo le ripartenze al CCC. Arriva così anche il secondo gol personale di Mascia (2 a 6). L'Elmas disperato le prova tutte e arriva il terzo gol per loro, ancora Manunza (3 a 6). La partita si avvia alla conclusione e all'ennesimo contropiede il mago Garau, con un delizioso pallonetto chiude la partita. Gara preparata e interpretata alla perfezione. Un ringraziamento speciale va ai ragazzi che non hanno giocato ma non hanno smesso un attimo di incitare i compagni in campo."

Leggiamo ora le parole del mister Michele Scalas che ci racconta come è nata questa vittoria:

"In settimana, già da martedì per l'esattezza, ho riunito giocatori e dirigenti per discutere insieme la strategia migliore da utilizzare nella gara di venerdì. Ci siamo trovati tutti d'accordo sul fatto che, per portare a casa i tre punti era necessario fossimo noi a fare la partita andando a pressarli alti e tirando su il ritmo sin da subito in modo da non lasciargli il fiato necessario per starci dietro. Decisa la strategia da adottare ho organizzato due sedute d'allenamento incentrate su pressione e ritmi molto sostenuti sia con delle esercitazioni mirate che con delle partitelle a tema. Visto e considerato come è andata a finire la gara, posso dire che la strategia ha funzionato. Permettetemi di aggiungere che quest'anno, come non mai, abbiamo allestito una rosa di ragazzi eccezionali, intelligenti, capaci e con un gran cuore. La vittoria di venerdì è l'emblema della solidità di un gruppo e di una società che finalmente vede, in parte, ripagati i sacrifici fatti in passato per un presente e un futuro molto interessanti. Questa vittoria contro l'Elmas, seppur molto importante non ci porta ancora al coronamento del sogno. Il cammino è ancora lungo e irto di ostacoli. Abbiamo vinto un'altra battaglia ma la guerra ancora no. Ci attendono dieci finali da giocare, sempre al massimo, senza risparmiarci, mettendo in campo tanta testa, tanto cuore e tutta la grinta e la caparbietà di cui siamo capaci. I conti li faremo alla fine."

Ringrazio il presidente Vinicio Putzolu e il mister Michele Scalas per i loro bellissimi interventi. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Anche la 13^ giornata del Campionato di serie C2 girone B è andata, registrando un altra roboante vittoria del C'é Chi Ciak. A farne le spese questa volta è stato il Futsal Oronero di Vallermosa, ultimi in classifica con un solo punto conquistato. 17 a 1 il risultato finale. Per i ragazzi di mister Michele Scalas si chiude così un girone di andata di tutto rispetto. Secondi in classifica con 30 punti a sole quattro lunghezza dalla capolista Elmas C5. Migliore attacco con ben 99 realizzazioni e seconda difesa del campionato con 26 reti subite. Leggiamo le considerazione del presidente Vinicio Putzolu:

Un girone di andata giocato molto bene. Peccato per l'incidente di percorso nella fase iniziale del campionato. Due sconfitte consecutive che sono servite a spingerci a lavorare intensamente e migliorare l'amalgama tra vecchi e nuovi giocatori. Penso che il gruppo sia la vera forza di questa squadra. Non ho dubbi nell'affermare che questa è sicuramente la più forte nella storia del C'è Chi Ciak. Ora ci aspetta un lungo e duro girone di ritorno. Dobbiamo essere bravi a continuare ad allenarci con motivazione e intensità, proprio come abbiamo fatto sino ad ora. Lavorare, lavorare, lavorare! Non conosco altri mezzi per raggiungere gli obbiettivi prefissati a inizio stagione.

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

L’ASD C’è Chi Ciak Calcio a 5 Serramanna, in collaborazione con la FIGC Giovanile Scolastica Sardegna, con il patrocinio del Comune di Serramanna, organizza il 1° TORNEO DI CAPODANNO di calcio a 5.

Chi l’avrebbe detto un anno e mezzo fa che il C’è Chi Ciak sarebbe riuscito a metter su un settore giovanile partendo proprio dai più piccoli. Un progetto nato tanti anni fa dall’impegno dell’indimenticabile mister Michele Sanna che con la sua smisurata determinazione creò in pochissimo tempo  un squadra under 21 ambiziosa e competitiva. Oggi, grazie a un proficuo lavoro collettivo, il sogno si è avverato.

Ci racconta tutto il Team manager e Responsabile del settore giovanile Gigi Atzeni:

“Più che un torneo è un vero e proprio evento. Un importante incontro tra i bambini di 6/7 anni che praticano il Futsal. Avremo l’onore di ospitare alcune tra le più prestigiose società del circondario: Mediterranea Futsal, ASD Villaspeciosa, Città di Sestu, ASD Parcocross città di Serrenti e con la partecipazione straordinaria dell’ASD Gialeto Serramanna. Per noi del C’è Chi Ciak si tratta di una manifestazione che ci riempie di orgoglio e ci ripaga del tanto lavoro svolto. Per il primo anno abbiamo tesserato una squadra della categoria Piccoli Amici e parteciperemo al prossimo campionato FIGC 2018. Sempre nell’ottica di far crescere il mondo del Futsal, a breve inizieremo il programma di incontri nelle scuole elementari di Serramanna.”

 

Ad allietare la serata ci sarà anche il gruppo dei bambini dell’Associazione Culturale “Tradizioni popolari Serramanna”.

Un occasione unica per conoscere meglio il Futsal e divertirsi con noi. Da non perdere. Vi aspettiamo SABATO 30 dicembre 2017 dalle ore 15 presso il Palazzetto dello Sport di Bia Nuraminis a Serramanna. INGRESSO LIBERO.

L'addetto stampa Cristian Sanna

 

 

                                     

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE DI CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE B

08 dicembre 2017 8^ Giornata 

ASD C'è Chi Ciak - Virtus San Sperate   8 - 2  Marcatori CCC: Simeoni (3), Pilloni (2), Nurchi (2) Gai.

Al palazzetto dello sport di Serramanna è andato in scena un capolavoro: il sorpasso. No amici, non mi riferisco al bellissimo film di Dino Risi con Vittorio Gassman, ma bensì al capolavoro sportivo che il C'è Chi Ciak ha offerto al numeroso pubblico che ha gremito gli spalti. Una magistrale regia del mister Michele Scalas e dei suoi collaboratori ha fatto sì che venisse  scritta la sceneggiatura di quella che possiamo definire la partita perfetta. Una gara che entra di diritto nelle grandi memorie del Futsal isolano. Una vittoria cercata, voluta e ottenuta nel migliore dei modi possibile. Una vittoria che riempie d'orgoglio. Tre punti che permettono al c'è Chi Ciak di raggiungere il secondo posto in classifica scavalcando proprio il San Sperate. Possiamo dire che è stata una gara a senso unico. Il Virtus non è mai riuscito a entrare in partita. I nostri avversari speravano di andar via da Serramanna portandosi via lo scalpo del nemico. Purtroppo per loro le cose sono andate diversamente e se ne sono andati via a mani vuote e anche un tantino frastornati dalla solida e compatta armata serramannese. Leggiamo ora quali sono state le parole di mister Scalas a fine gara:

"I ragazzi sono stati superlativi. Concentrati e decisi su ogni pallone. Questo è Futsal di altissimo livello. Abbiamo difeso bene, in modo compatto e omogeneo, colpendo in velocità al momento opportuno. Mulas e Vacca hanno innalzato un muro davanti alla nostra porta. Garau e Nurchi sono saliti in cattedra e hanno dato spettacolo. Simeoni ha ribadito a tutti cosa significa essere un bomber. Pilloni e Gai sono stati bravissimi, umili e disposti al sacrificio. Si sono adattati a ruoli, a loro non congeniali, per il bene della squadra. Molto bene anche Michele Zucca, Zuddas e Abis. Quest'ultimo, dopo un lungo infortunio, sta piano piano riprendendo confidenza col terreno di gioco. Fondamentale il supporto di Massimiliano "Spino" Marongiu che, fuori o dentro al campo non smette mai di incitare i compagni. Preziosissimi i consigli del capitano Andrea Zucca che, da diverse settimane mi accompagna in panchina assieme al mio secondo, mister Murgia."

Ora non ci rimane che andare all'inseguimento della prima in classifica, l'Elmas. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE DI CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE B

7^ Giornata 02 dicembre 2017

ASD VILLASPECIOSA vs ASD C'E' CHI CIAK SERRAMANNA       2-7

Nonostante le numerose assenze, grande vittoria del C'è Chi Ciak in trasferta contro il Villaspeciosa. 7 a 2 il risultato finale a favore dei serramannesi. I marcatori di questa gara sono stati: Mascia (2), Gai (2), Simeoni, Fadda, Vacca per il CCC. Per il Villaspeciosa gol di Cara e autorete del nostro Mascia

La squadra allenata dal mister Michele Scalas si è presentata alla gara con una formazione ridotta all'osso. Riposo forzato, per motivi di salute, per Filippo Mulas e Stefano Garau. Assente anche il grande Massimo Nurchi per motivi di lavoro. Il C'è Chi Ciak è sceso in campo con una determinazione tale da lasciare tramortito l'avversario. Alessandro Mascia va subito in gol con un tiro preciso e calibrato che fa la barba al palo e si insacca. Segue il gol di potenza di Alessandro Gai con una gran botta dal limite su splendida verticalizzazione di Simeoni. Il 3 a zero è ancora firmato da Gai, che approfitta di una piccola mischia sotto porta al termine di una bella azione corale. Non poteva mancare il super gol di Corrado Simeoni, che al volo gira all'incrocio una rimessa in gioco dal fondo del nostro portiere Massimiliano Marongiu. Doppietta anche per Mascia e chiudiamo il primo tempo con un secco 5 a 0. Il secondo tempo si apre con il gol di Riccardo fadda che sfrutta benissimo la perdita di possesso palla degli avversari. Arriva anche il gol per il Villaspeciosa con Cara. L'entusiasmo degli avversari viene però ridimensionato dal gol di Christian Vacca, siglando il 7 a 1. All'ultimo minuto un regalino del C'è Chi Ciak con autorete di Mascia. Una squadra che ha trovato la sua identità, ma come dice il presidente Vinicio Putzolu: "La strada intrapresa è quella giusta. Bisogna sempre scendere in campo determinati e consapevoli delle proprie forze. C'è ancora tanto da lavorare e migliorare per giocare da vera squadra fino alla fine."

L'addetto stampa Cristian Sanna 

 


Stampa

Nella giornata del BLACK FRIDAY, il C'è Chi Ciak va in controtendenza e fregandosene delle mode che importiamo dall'America, decide di non fare sconti al Parco Cross di Serrenti. La 6^ Giornata del Campionato Regionale di Calcio a 5 serie C2, vede i Serramannesi vittoriosi con 11 reti a 1. Quattro gol di Simeoni e due di Gai. Vanno a segno anche Mascia, Garau, Zucca, Zuddas e Nurchi.

Leggiamo le parole del direttore sportivo Giuseppe Putzolu:

"E' stata una partita senza storia. I nostri ragazzi hanno da subito aggredito gli avversari, andando a segno nei primi minuti di gioco per poi gestire e arrotondare il punteggio. Sono molto soddisfatto della prestazione. Iniziano a vedersi i frutti di un duro lavoro. Un percorso iniziato a settembre e settimana dopo settimana si stanno assimilando gli schemi proposti dal mister Michele Scalas. I nuovi arrivati stanno dando un grande apporto al gruppo. Alessandro Mascia migliora di giorno in giorno. Michele Zucca sta trovando la giusta confidenza dopo che per anni aveva abbandonato il calcio a 5. Riccardo Fadda sta rispolverando le sue doti e ci sarà molto utile nel proseguo del campionato. Attendiamo il grande ritorno di Manuel Abis che, a causa di un infortunio, non ha ancora potuto giocare. Si spera che a dicembre possa tornare in campo. Doveroso citare Massimo Nurchi. Credo che ci sia ben poco da aggiungere a quanto è già stato detto su di lui. E' un ragazzo eccezionale, si sta calando in una realtà nuova per lui e lo sta facendo con grande umiltà. E poi ci sono i veterani, ai quali non posso che dire grazie per l'impegno e la passione che ci mettono sia in allenamento che in gara."

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Bellissime parole quelle che il presidente Vinicio Putzolu ha voluto regalare ai suoi ragazzi dopo la vittoria sul Carbonia.        Leggiamole insieme:

"Finalmente ho rivisto la mia squadra. I ragazzi hanno giocato col cuore. E' stato un vero concentrato di grinta e tecnica dal primo all'ultimo minuto di gara. Hanno lottato su ogni contrasto con la giusta carica agonistica uscendo sempre vincenti. Anche quando il Carbonia ha alzato il ritmo di gioco e si è fatta sotto col punteggio, i miei ragazzi sono rimasti attenti e concentrati e hanno messo in campo tutta la fame di vincere, tutta la volontà di portare a casa la vittoria. E così è stato! Uno splendido 6 a 3 contro una squadra che è tra le candidate alla vittoria di questo campionato. Venivamo da una settimana difficile, le due sconfitte inaspettate, con l'Elmas e con l'Ussana, avevano un po' intaccato il morale di tutti noi. Il duro lavoro svolto negli allenamenti ha rinvigorito gli animi e ci ha portati a disputare una gara di alto livello. Questa è la strada da seguire per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Questo campionato è particolarmente agguerrito e bisogna lottare con la massima determinazione cercando di evitare le distrazioni. Ci tengo a fare i miei complimenti a tutto lo staff e ai ragazzi, anche a chi non ha giocato ma ha fatto un tifo infernale per incoraggiare i compagni in campo. Questo è lo spirito di squadra che mi piace. Questo è il C'è Chi Ciak che riconosco e mi piace."

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE B

27 ottobre 2017 2^ Giornata

ASD C'E' CHI CIAK vs ELMAS  2 - 3

Marcatori: Simeoni, Nurchi per il CCC e Fadda, Pintauro e Marras per L'Elmas.

L'Elmas batte il C'è Chi Ciak in una gara giocata ad un buon livello da entrambe le squadre. Un risultato che, per quello che si è visto in campo, sta un po' stretto ai ragazzi allenati da mister Scalas. I serramannesi hanno praticamente dominato per quasi tutta la gara, dando palese dimostrazione di essere una squadra solida e ben disposta in campo. I ragazzi di Elmas sono stati bravi a chiudersi nella loro area impedendo uno sviluppo concreto del gioco avversario. Abili nelle ripartenze i giocatori di mister Perra hanno dimostrato seriamente di essere una squadra esperta e spigolosa. A volte capita che chi gioca meglio non vince e questa è proprio una di quelle volte. Mettici poi qualche disattenzione di troppo in fase difensiva, un portiere avversario in stato di grazia, un arbitraggio discutibile e vedi i tre punti svanire beffardamente. Una sconfitta inaspettata che arriva alla seconda giornata e per fortuna non crea danni e non desta particolari apprensioni. Può, anzi, servire come monito e come sprone. Archiviamo subito questo capitolo e sabato ne scriviamo un altro. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Anche per la stagione sportiva 2017-2018 il C’è Chi Ciak ha la fortuna e l’onore di ricevere il sostegno economico di Amici, tramite la nostra tessera “Socio Sostenitore” e di Aziende, tramite sponsorizzazioni,  che da anni hanno creduto e continuano a credere nel nostro progetto sportivo e sociale.

Vogliamo ribadire pubblicamente l’importanza vitale di questo sostegno e soprattutto vogliamo RINGRAZIARVI TUTTI  per la fiducia e l’affetto che ogni anno ci dimostrate.

La stagione sportiva 2017/2018 che ci avviamo ad iniziare sarà particolarmente impegnativa e stimolante per tutto il C’è Chi Ciak.

Già durante tutta l’estate la Società ha lavorato sia per allestire al meglio la prima squadra, già competitiva la scorsa stagione, che parteciperà al campionato regionale di C2 con l’obiettivo di raggiungere la C1, sia perl’importate progetto del settore giovanile, su cui tutti noi siamo particolarmente concentrati. A breve avremmo delle importanti novità in proposito. Possiamo anticiparvi comunque che una delle idee a cui stiamo lavorandoè quella di coinvolgere nel nostro progetto sportivo sia bambini che bambine a partire dai 5/6 anni. Crediamo che il Futsal abbia enormi potenzialità non solo in ambito puramente atletico e sportivo ma anche nella socializzazione tra bambini e senza distinzione di sesso. A tale proposito ci permettiamo di chiedere la vostra collaborazione per aiutarci a divulgare con parenti, amici e conoscenti questa nostra iniziativa.

Tornando ai nostri sostenitori, permetterci di evidenziare l’importanza delle Aziende che ci sostengono, aziende del nostro territorio con le quali abbiamo approcciato un discorso di collaborazione diversa dalla solita sponsorizzazione, passateci il termine, del tipo “vuoto a perdere”. Proponiamo, non tanto la solita sponsorizzazione, ma preferiamo chiamarla “collaborazione” che si tradurrà in vantaggi concreti sia per i nostri tifosi fidelizzati sia per le stesse aziende. A breve sarete informati su tutte le iniziative a cui stiamo lavorando per creare un legame diretto tra noi e i nostri tifosi fidelizzati e le aziende.

 

Stampa

Continua a prendere forma la rosa a disposizione di mister Scalas. Questa volta si tratta di un graditissimo ritorno: Michele Zucca.

SCHEDA DEL GIOCATORE:

NOME: MICHELE

COGNOME: ZUCCA

DATA DI NASCITA: 20 OTTOBRE 1979

LUOGO DI NASCITA: CAGLIARI

RESIDENZA: SERRAMANNA

ALTEZZA: 184 CM

RUOLO: PIVOT / ESTERNO

 


Bentornato a casa Michele, raccontaci del tuo percorso sportivo.

Ciao a tutti, sono stato al CCC sin dalla nascita della società. Cinque bellissime stagioni prima di passare al Decimoputzu dove ho vinto Campionato e Coppa Italia. L'anno successivo ho deciso di tornare al vecchio amore: il Calcio a 11. Ho indossato le maglie del Samatzai, quella del DLF Serramanna e infine quella gloriosa della Gialeto.

Il Futsal rimane comunque la tua più grande passione, che parere hai su questo sport che ormai sta crescendo sempre di più?

Il Calcio a 5, senza nulla togliere al Calcio a 11, è uno sport veramente bello. Ci sono tante differenze: si gioca molto sulla velocità, i margini di errore devono essere minimi e anche i contatti sono meno irruenti. I giovani dovrebbero avvicinarsi di più e conoscere meglio questo sport.

Quest'anno l'obiettivo principale è la promozione in C1. Che stagione ti aspetti?

Obiettivo C1? Sarò sincero e ti dico come la penso: bisogna sempre lavorare a testa bassa e con umiltà. Se si va in campo con la presunzione di essere più forti degli altri non si va da nessuna parte. Per vincere è fondamentale il gruppo. Puoi avere tutti i campioni che vuoi, ma se non hai un gruppo coeso e affiatato non si vince nulla. Il mio moto è: Tutti uniti per un unico obiettivo. LA C1!

Michele vuoi ringraziare qualcuno?

Certamente. Voglio ringraziare mister Scalas, il direttore sportivo Peppe Putzolu e ovviamente il presidente Vinicio Putzolu, per avermi offerto la possibilità di tornare a far parte di questa grande società sportiva. Sempre nel ricordo di due grandi AMICI: Raffa e Michi.

A nome di tutto lo staff, ringrazio e do il bentornato a Michele Zucca. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna


 

Stampa

Prima giornata del Campionato Regionale Calcio a 5 Serie C2 Girone A 

21 ottobre 2017

GONNESA vs ASD C'E' CHI CIAK

Vittoria all'esordio del C'è Chi Ciak contro il Gonnesa. Finisce 11 a 1 per i ragazzi di Serramanna. Marcatori:

Corrado Simeoni (6 reti), Massimo Nurchi (2 reti), Michele Zucca, Christian Vacca, Alessandro Mascia

 

Eccovi le parole del mister Michele Scalas al termine della partita:

Mister, un risultato rotondo per una partenza col botto. Tutto facile per il CCC?

Dopo un mese e mezzo di attesa, per noi era importante iniziare. L'abbiamo fatto col piede giusto anche se devo ammettere che, a causa di varie peripezie che ci hanno impedito di allenarci al completo, siamo ancora un po' indietro. La difficoltà di queste gare sta nel non prenderle sotto gamba, si correrebbe così il rischio di fare delle figuracce. Siamo ancora in rodaggio e in alcuni frangenti si è visto. E' stato importante dare la possibilità un po' a tutti di giocare, in modo da raggiungere presto una buona amalgama. Continueremo a lavorare sodo come fatto sino ad ora per ottenere quegli equilibri che ci permetteranno di raggiungere i nostri obiettivi.

Quest'anno, molti volti nuovi sono arrivati al CCC: come è stato il loro esordio in campionato?

E' stato per loro un esordio sicuramente positivo, soprattutto se li consideriamo singolarmente. Abbiamo bisogno di giocare insieme per creare maggiore affiatamento.Quando hai in squadra giocatori del calibro di Massimo Nurchi, che è abituato a ben altre categorie, è fondamentale per noi imparare a pensare nella sua stessa lunghezza d'onda. Bravi tutti comunque, da Massimo Marongiu, passando per Alessandro Mascia, Riccardo Fadda, sino ad arrivare al già citato Nurchi "Il professore", che, non si offendano gli altri, è di un altro pianeta.

La prossima gara sarà in casa contro l'Elmas, una squadra tosta e di grande esperienza. Che partita sarà?

Dici bene, è una squadra discreta e scorbutica, nel senso buono della parola. E' allenata da Simone Perra, un mio caro amico che riveste il doppio ruolo di allenatore e giocatore. Sarà una partita da giocare con la massima attenzione e concentrazione. Quest'anno, visto la rosa di altissimo livello di cui disponiamo, siamo considerati come una delle più temibili del campionato. Tutte le squadre che affronteremo, saranno super agguerrite e giocheranno dando il 200% per potersi vantare di aver fermato la corazzata serramannese.

Grazie al mister Michele Scalas. Auguriamo a tutta la squadra un buon lavoro. Forza CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Ci siamo quasi oramai. Il settore giovanile del C'è chi Ciak calcio a 5 Serramanna sta per tornare in campo per dare continuità al lavoro svolto dal mister Donatello Montis e dai suoi collaboratori. 

 

Mister Montis, dopo una vita a calcare i campi da calcio, ti ritrovi a ricoprire un ruolo molto importante e di grande responsabilità. Grazie alla tua esperienza e ai tuoi insegnamenti, il settore giovanile del C'è chi Ciak, potrà dare continuità alla storia di questa società. Come ti trovi in questo ruolo?

La più grande soddisfazione per un mister è vedere crescere giorno per giorno i propri bambini, formarli e plasmarli con passione, soprattutto per uno come me, che respira calcio dall'età di sette anni. Ringrazio la società per avermi dato questa opportunità. Ritengo sia un ruolo che mi calza a pennello. 

Quali sono le prime cose che un bambino deve imparare sul calcio a 5?

Deve imparare innanzitutto a stare in gruppo, farsi accettare e nel contempo accettare gli altri. Deve imparare a guadagnarsi il rispetto e la stima del mister e dei suoi compagni di squadra. Deve insomma sapersi relazionare, senza ovviamente trascurare la cura nei dettagli. Si deve abituare a saper soffrire e porsi sempre degli obiettivi per crescere e migliorare. Lo stesso vale per noi mister che, con bambini di questa età, dobbiamo, forse più che con gli adulti, farci accettare e guadagnarci la loro stima. Cosa non facile ma che da enormi soddisfazioni. 

Non deve essere semplice relazionarsi con i bambini, si sa che la loro attenzione è a "breve durata". Come fai per mantenere viva la loro concetrazione?

I bambini devono imparare divertendosi. Solo così riesci a insegnar loro quei movimenti e quegli esercizi talvolta complessi e difficili da metabolizzare a quella età.

Spesso i genitori hanno un ruolo importante per la crescita sportiva dei loro figli. Hai un messaggio per questi genitori?

Questo è un argomento molto delicato, che in ogni contesto si ripresenta. I genitori spesso dimenticano che a questa età i bambini devono crescere tranquilli e spensierati. E' compiti di noi allenatori evidenziare e lavorare sulle loro potenzialità, curandone le carenze. Questo vuol dire che i genitori non devono assolutamente scaricare sul proprio bambino le loro represse frustrazioni, caricandoli di ansia e responsabilità. Un altro errore grave è quello di sopravvalutarli e farli credere dei campioni, ledendo l'umiltà, che deve essere sempre parte integrante del bagaglio di ogni sportivo. 

A darti una mano ci saranno: Mauro Melis, ex giocatore e capitano del C'è chi Ciak e  Massimiliano Marongiu, grande portiere, nonché preparatore atletico dei portieri della prima squadra. Vuoi dirci qualche parola su questi due ragazzi?

Già lo scorso anno ho avuto modo di essere coadiuvato da Mauro e Massimiliano. Non potrei chiedere di più, per sposare un progetto così importante. Due persone eccezionali che, come me sono grandi appassionati di futsal. 

Se ti dico futsal, quale è la prima cosa che ti viene in mente?

Ti posso dire con fermezza che il futsal prima che uno sport è una filosofia. Provare per credere!

Per concludere ti chiedo: ti piacerebbe allenare altre categorie?

Non nascondo che la mia ambizione più grande sia quella di vedere crescere il settore giovanile e di arrivare a vincere qualcosa con loro in prima squadra, vedendo tradotto in realtà tutto ciò che ho sognato, ideato e pensato nel corso degli anni. 

Ringrazio mister Donatello Montis per questa bella chiacchierata. A nome di tutta la società ti auguro Buon lavoro. 

L'addetto stampa Cristian Sanna

 

Stampa

Scheda del Giocatore:

NOME: MASSIMILIANO

COGNOME: MARONGIU

DATA DI NASCITA: 23 APRILE 1977

LUOGO DI NASCITA: CAGLIARI

RESIDENZA: VILLASOR

ALTEZZA: 180 cm

RUOLO: PORTIERE / PREPARATORE ATLETICO DEI PORTIERI


Ciao Massimo, questo sarà il tuo secondo anno al C'è Chi Ciak, raccontaci qual'è stato il tuo percorso nel mondo del Futsal. 

Ciao Cristian, ho iniziato a praticare il Futsal nel 1998 a Villasor, il mio paese. Era appena nata la società dell'Alexander e da parte mia c'era molta curiosità, io arrivavo dal Calcio dove giocavo da difensore e lì c'è stato il cambio di ruolo. Da quel momento sono diventato un portiere. Una scelta che si è rivelata fondamentale per la mia carriera. Dopo vari anni al Villasor c'è stata la chiamata del Capoterra in serie B dove ho avuto l'onore di essere allenato dal grande Franco Mura. Dopo un paio di anni sono andato al Domus de Maria che militava in A2, però purtroppo per motivi di lavoro ho dovuto lasciare e rientrare a Villasor. Qui rimasi per un breve periodo prima di approdare al Maracalagonis dove vincemmo la Coppa Italia di C1. A seguire ancora Capoterra e l'anno scorso a San Sperate, esperienza che si è conclusa non proprio positivamente e che mi ha lasciato tanto amaro in bocca.

Come sei arrivato al C'è Chi Ciak?

Al CCC sono arrivato grazie al mister Michele Scalas che ha creduto in me sin dal primo giorno che abbiamo lavorato insieme. L'anno scorso mi è stato chiesto di dare una mano con la preparazione dei portieri. Quest'anno continuerò questo lavoro e in più giocherò in porta quando ci sarà la necessità. Una decisione che servirà anche a stimolare maggiormente il nostro portierone Filippo Mulas che colgo l'occasione per fargli i miei complimenti sia come giocatore che come persona.

Secondo te, cosa è mancato l'anno scorso per compiere l'impresa?

E' mancata la fortuna. Dopo un ottimo lavoro da parte della società e dei giocatori, ci sono stati una sfilza di infortuni che hanno decimato la rosa per tutto il girone di ritorno. Una cosa è certa, che quest'anno ci riproviamo. L'obiettivo è sempre lo stesso, la promozione in C1. Sarebbe il giusto riconoscimento per una società che sta lavorando sodo.

La società sta preparando la nuova stagione, arriveranno dei rinforzi. Cosa ti senti di dire ai nuovi arrivati?

C'è solo un consiglio che mi sento di dare e vale per tutti non solo per i nuovi che arriveranno. Il consiglio è quello di rimboccarci le maniche sin dal primo giorno per ottenere i risultati migliori.

Si sta facendo un grande lavoro per il settore giovanile. Quanto è importante questo settore per una società che mira a crescere?

Nel mese di giugno abbiamo iniziato il lavoro con i piccoli ragazzi. E' stata per me una bellissima esperienza che spero di portare avanti nel mese di settembre quando riprenderanno i raduni. Far crescere il settore giovanile significa dare un futuro al C'è Chi Ciak.

 

Ringrazio Massimiliano per la disponibilità e a nome di tutto lo staff gli auguro buon lavoro. FORZA CCC!

Addetto stampa                                                                                                                                                             Cristian Sanna

Stampa

Pronti al via!

Accantonata la delusione per non aver centrato l'obiettivo C1, i ragazzi di mister Scalas ci riprovano, con maggiore entusiasmo e con la consapevolezza di essere una grande squadra, supportata da una società seria e ambiziosa. Si riparte con una rosa composta da vecchi e nuovi volti. Ottimi atleti con grande esperienza a cui affiancare un promettente reparto giovani. L'esordio in campionato sarà in trasferta, ospiti del Gonnesa Calcio a 5. Appuntamento dunque a sabato 21 ottobre.

Vi presentiamo ora la rosa completa che disputerà il campionato regionale di Calcio a 5 serie C2 girone A stagione 2017/18

Mulas Filippo: Portiere

Marongiu Massimiliano: Portiere

Zucca Andrea: Universale (capitano)

Pilloni Nicholas: Universale (vice capitano)

Vacca Christian: Centrale

Gai Alessandro: Laterale

Garau Stefano: Laterale

Zuddas Roberto: Laterale

Gesmino Mario: Laterale

Argiolas Alessio: Pivot

Simeoni Corrado: Pivot

Zucca Michele: Pivot

Argiolas Stefano: Laterale

Nurchi Massimo: Universale

Melis Edoardo: Laterale

Mascia Alessandro: Laterale

Abis Manuel: Centrale

Fadda Ricardo: Laterale

Cornaglia Tommaso: Laterale

FORZA CCC SEMPRE!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Lunedì 21 agosto si è tenuto il primo incontro pre campionato che ha coinvolto tutta la parte tecnica della società del C'è Chi Ciak. Erano presenti, oltre al presidente Vinicio Putzolu: il mister fresco di riconferma Michele Scalas, la preparatrice atletica Daniela Tocco, la mental coach Paola Morelli, il secondo allenatore Giampaolo Murgia, il preparatore dei portieri Massimiliano Marongiu, il direttore sportivo Giuseppe Putzolu e il capitano della squadra Andrea Zucca.

Se si vogliono raggiungere grandi obiettivi, una programmazione organizzata con largo anticipo rispetto all'inizio del campionato, è sicuramente la chiave giusta. Essa può essere definita come il sistema operativo attraverso il quale la società pone le basi su quelli che saranno i risultati futuri che si prevede di conseguire entro un determinato tempo. Da questo incontro è emersa la straordinaria intesa che c'è tra società e staff tecnico. Le parti hanno lucidamente analizzato e liberamente discusso sulla reale situazione di partenza soffermandosi, ovviamente, su quella che sarà la rosa dei giocatori a disposizione, che a breve conosceremo. Sono proprio loro la risorsa principale, quella su cui fondare un preciso e dettagliato programma atto a migliorare le loro qualità tecniche, tattiche, fisico-atletiche e morali.

Il C'è Chi Ciak calcio a 5 Serramanna, ha dato ancora una volta, dimostrazione di grande maturità e professionalità. Non capita spesso, purtroppo, nelle società che si dia valore al confronto e alla comunicazione tra le parti. Una società sportiva, deve essere definita come un gruppo di persone motivate, con la stessa filosofia, con la stessa passione, che lavorano insieme per il raggiungimento degli obiettivi. Un gruppo coeso e affiatato dove ognuno è libero di dare il proprio apporto di idee e consigli. Il C'è Chi Ciak è tutto questo! Un raro esempio di "democrazia sportiva".

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

L'ASD C'è Chi Ciak Serramanna è lieta di annunciare che si è conclusa positivamente la trattativa che porterà Alessandro Mascia a Serramanna nella stagione 2017/2018 per il campionato di serie C2.

SCHEDA DEL GIOCATORE:

NOME: Alessandro

COGNOME: Mascia

DATA DI NASCITA: 14 marzo 1986

LUOGO DI NASCITA: Cagliari

RESIDENZA: Quartu S.Elena

Alessandro è un giocatore di grande spessore tecnico con alle spalle oltre sedici anni di esperienza. Ha indossato alcune tra le più prestigiose maglie del Futsal regionale, ottenendo sempre importanti risultati. La sua prima squadra è stata la Delfino, che seguiva sin da bambino, partendo dalla categoria Juniores passando per l'Under 21 e arrivando così in prima squadra. I tre anni successivi li ha trascorsi nelle file del Basilea dove ha vinto tre campionati Under 21 e uno di serie C1. Breve passaggio al Villasor per poi approdare a La Marina, squadra che gli resterà nel cuore e con la quale ha vinto per ben due volte il campionato di C1 e due volte la Coppa Italia regionale. Due anni fa è tornato alla Delfino ma a dicembre ha dovuto lasciare la società per passare al Paradise Pabillonis in C2 con la quale ha raggiunto la finale Play-off. L'anno scorso ha indossato la maglia del Monastir centrando la promozione in C1.

Un acquisto fortemente voluto dal direttore sportivo Peppe Putzolu che ha fatto di tutto per portarlo a Serramanna: "Alessandro finalmente potrà indossare la nostra maglia. Ci tenevo davvero tanto venisse da noi e devo dire che convincerlo non è stato difficile. Abbiamo trovato subito l'intesa giusta. E' un ragazzo atletico e dinamico che darà sicuramente quel pizzico di pepe in più alla squadra. Con la sua grande esperienza sarà l'uomo giusto che ci darà una mano concreta per il raggiungimento del nostro principale obiettivo che è quello di vincere il campionato da protagonisti."

Do a nome di tutto lo staff del C'è Chi Ciak  il benvenuto ad Alessandro e gli auguro una lunga e gloriosa permanenza a Serramanna. FORZA CCC!

Addetto stampa                                                                                                                                                             Cristian Sanna 

Stampa

Manca poco all’inizio della stagione 2017/2018 e il C’e Chi Ciak Calcio a 5 Serramanna ha messo a segno un clamoroso colpo di mercato. Massimo Nurchi è ufficialmente un giocatore della compagine guidata dal mister Michele Scalas. Massimo proviene dal Città di Sestu C5, dove è stato un esempio di perseveranza, serietà e attaccamento alla maglia. Il bomber cagliaritano, a causa degli impegni di lavoro, ha dovuto interrompere consensualmente il rapporto che lo legava al club rossoblù e ha scelto con grande umiltà di sposare l’ambizioso progetto del C’è Chi Ciak. La scorsa stagione, la sua grinta e le sue diciotto realizzazioni, hanno trascinato la squadra di Sestu verso la promozione in Serie A2.  Un top player dalle enormi qualità umane e sportive che lo hanno portato a indossare la maglia della Nazionale Azzurra.

Il C’è Chi Ciak da il benvenuto a Massimo Nurchi e ringrazia tutta la società Città di Sestu C5 e in particolar modo il presidente Francesco Agus e il direttore sportivo Sandro Mura.

L’addetto stampa Cristian Sanna. 

Prossimi incontri

21-04-2018 21:00
Dym Sport - C'è Chi Ciak
04-05-2018 21:30
C'è Chi Ciak - Futsal Oronero